/Allestimento Mostra "Rosso Gioiello"

copertina

copertina

invito(retro)

invito(retro)

invito

invito

12998486_10207940923375333_8233708327135688048_n

12998486_10207940923375333_8233708327135688048_n

13015493_10207940924015349_3088829813862128757_n

13015493_10207940924015349_3088829813862128757_n

Anno:
Tipo di evento:
Titolo:
Luogo:
Promotori:
Gruppo di lavoro:

2016

Mostra di auto d'Epoca e Gioielli di Corallo

"Rosso Gioiello"

Dalla Materia alla forma, diversi modi di concepire il bello

Museo Regionale "Agostino Pepoli" - Trapani

Club Auto e Moto d'Epoca "F. Sartarelli"

Banca Generali

Arch. Carlo Incammisa

Arch. Giampiero Musmeci

Arch. Angela Ruggirello

Descrizione:

Due famose frasi tratte dal mondo della pubblicità ci dicono: “Just do It” (fallo senza pensarci!) e “nothing is impossibile” (niente è impossibile), forse sono proprio le parole  che ci sono passate in mente a noi del Club F. Sartarelli quando un giorno quattro signori, promotori della Banca Generali, ci hanno proposto: “perché non facciamo un evento espositivo per promuovere l’automobilismo d’epoca?”.

Il Club Sartarelli da ormai vent’anni è solito organizzare eventi col fine di promuovere il collezionismo di auto d’epoca e in tanti ci apprezzano e ci seguono proprio per questo, ma l’idea di mettere in esposizione le nostre  vetture è qualcosa che spesso non ci va giù, a noi appassionati le auto ci piace guidarle, apprezzarne il rumore, il confort di guida, ci piace ammirare i paesaggi che incontriamo per le strade che percorriamo, però siamo anche quelli che non ci facciamo scappare le occasioni, le sfide e quindi eccoci qua, a raccontarvi un progetto, una realizzazione, una mostra, “Rosso Gioiello”.

Chi ci conosce sa bene che i nostri interessi non si fermano alle sole auto o moto d’epoca, noi apprezziamo tutto ciò che è bello, amiamo la nostra terra, la nostra cultura e in ogni cosa che facciamo mettiamo sempre un po’ di quello che ci circonda. Questa volta non è stato difficile unire le nostre auto, i nostri “gioiellini”, ad altre bellezze o “gioielli” tipici della nostra Trapani, se poi aggiungiamo l’idea di realizzare una mostra, beh! l’idea è già diventata realtà! auto d’epoca e gioielli di corallo

“Il corallo è da sempre simbolo della bellezza e perfezione del Creato e per questo, insieme con l’oro, divenne la materia prima per gioielli e meravigliosi oggetti di culto, per arredi sacri e profani.

Secondo la mitologia i coralli si formarono quando il sangue che sgorgava dalla testa recisa della Medusa venne a contatto con l’aria e si solidificò. La loro forma ha suggerito il simbolismo dell’Albero, inteso come origine e asse del mondo, collegamento tra i diversi mondi, unione dei tre generi della natura – animale, minerale e vegetale – e della vita, simboleggiata dal rosso sangue.

Il colore rosso è il colore del fuoco, degli slanci vitali e dell'azione, chi si veste di rosso si fa senza ombra di dubbio notare ed è anche un colore che caratterizza la nostra mostra, un connubio tra “Rosso Corallo” e “Rosso Auto”  o più in particolare il meglio conosciuto “Rosso Ferrari”. Si dice che lo stesso Enzo Ferrari si sia espresso con una frase che racchiude il perchè della scelta del colore: “Date a un bambino un foglio di carta, dei colori e chiedetegli di disegnare un’automobile, sicuramente la farà rossa”. A dire il vero sappiamo bene che per le Ferrari come per le Alfa Romeo il colore rosso deriva dal mondo delle corse e che si usava per individuare l’Italia nelle gare internazionali, ma il concetto ci piace e da bambini chiunque  di noi sicuramente avrà disegnato la sua macchina rossa.

La vera affinità tra le auto d’epoca e i gioielli di coralli è da ricercarsi non soltanto nel colore ma nella loro genesi, due oggetti apparentemente così lontani ma nello stesso tempo così simili. Se ci allontaniamo dall’idea di automobili come mezzi di trasporto e iniziamo a considerarle come gesti artistici, come oggetti che hanno fatto sognare intere generazioni, veri “gioielli” del design delle quattro ruote, ci renderemo conto che l’accostamento con i gioielli di corallo sarà la cosa più sensata che poteva venirci in mente.

Le auto e i gioielli, due oggetti nati dalla modellazione della materia, la lamiera per uno e il corallo per l’altro. Associare il duro e preciso lavoro dei carrozzieri e dei battilastra a quello dei corallai ci ha permesso di raccontare l’essenza del “made in Italy”, ovvero la manualità, la precisione e la genialità dell’artigianato italiano.

Pertanto la mostra è intesa come un elogio alla creatività, che dalla semplice materia ci da la possibilità di ottenere opere d’arte, siano esse uniche, o prodotte in serie che si distinguono per l’originalità e la bellezza. La mostra però è anche un elogio al collezionismo e la conservazione delle opere d’arte e la consapevolezza del possesso di un patrimonio culturale da salvaguardare e tramandare ai posteri.

                                                                                                                      Arch. Carlo Incammisa